Consigli per la cura dei fiori recisi

Fiori-recisi-in-vaso_o_su_horizontal_fixed

Uno splendido, luminoso e profumato Bouquet è senz’altro uno dei regali più graditi in qualsiasi occasione; che si tratti di un compleanno, un anniversario, una laurea, dei ringraziamenti o più comunemente per San Valentino. L’unica pecca è che i fiori recisi appassiscono in fretta e tendono a perdere luce in poche ore, lasciando il posto a foglie secche e petali cadenti.

Nonostante ciò possiamo adottare alcuni piccoli accorgimenti, testando il nostro pollice verde, al fine di mantenere freschi il più a lungo anche i fiori recisi.

Ecco alcuni consigli utili da seguire per far sì che il vostro Bouquet perduri più a lungo possibile.

Dopo aver lavato un vaso, mettete immediatamente i vostri fiori nell’acqua pulita e possibilmente fresca. Gli steli dei fiori vanno spuntati con regolarità affinchè l’acqua venga assorbita nel modo migliore: è consigliabile tagliare gli steli in obliquo a 2-3 cm dal basso. E’ importante che l’acqua venga spesso cambiata in modo da non farla imputridire, quindi al massimo ogni 2 giorni. E’ necessario rimuovere le foglie sotto il livello dell’acqua poichè sono la fonte principale di proliferazione di funghi e batteri che causano in seguito l’avvizzimento dei fiori recisi.

Un valido rimedio per rallentare il degradamento dei fiori è l’utilizzo di un antibatterico naturale ossia versare 1 cucchiaio di aceto per ogni litro d’acqua e per nutrirli aggiungete 1 cucchiaio di zucchero di canna.

E’ importante posizionare adeguatamente il vaso dei fiori al fine di non esporlo a fonti di calore, lampade o luce solare diretta, bensì in una zona ben areata in modo che possa respirare senza essere danneggiata.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>